fbpx

“Anche le foglie in silenzio ascoltano le storie” di Davide Teisa

Recensione dell'Opera


Una concezione infantilistica e fanciullesca dell’arte che si condensa in schizzi e immagini semplificate, elementari, genuine come la mente e l’immaginazione dei bambini. L’artista Davide Teisa così interpreta il mondo e in particolare la natura, con la voglia di sperimentare e osservare la realtà intorno attraverso il filtro delle emozioni.

Che sia la carica cromatica degli acrilici o la potenza di uno scatto, l’artista cerca un coinvolgimento emotivo da sentire e trasmettere. Nelle sue fotografie in particolare c’è  un’immagine poetica della natura raccontata nei suoi paesaggi marini al chiarore della luna o alla luce del tramonto, in un volo di uccelli radente sull’acqua, nei dettagli di un ramo di foglie come in “Anche le foglie in silenzio ascoltano le storie”.

In questa foto è raccolta tutta la bellezza e la valenza simbolica che l’artista riconosce alla natura. Per lui è metafora di rinascita, di vita, di energia, di nutrimento. Linfa vitale che scorre lungo i rami e le foglie immortalate in un’immagine in bianco e nero dove è la luce a riempire gli spazi e a scivolare sulle superfici, facendo risaltare le trame, i nodi, le nervature, i bordi frastagliati. La luce abbaglia e rifulge, mette in movimento, genera per contrasto zone totalmente in ombra, rafforzando così i significati che l’artista attribuisce alla natura e che sono principio della sua visione artistica.

IFF