fbpx

“Art Decò – Impression” di Tiziana Gualandi

Recensione dell'Opera


Spiritualità ed intimità. Sono i termini della visione pittorica dell’artista bolognese Tiziana Gualandi, che attraverso immagini pregne di acceso simbolismo si inabissa nei meandri dell’universo interiore lasciando libero il fluire naturale e imprevisto delle emozioni. L’artista unisce l’arte alla creatività per sondare le profondità dell’animo umano e i rapporti tra spirito e natura, quale unico e armonico flusso di energia vitale che ci compenetra e ci circonda.

In un’ottica di sensibilizzazione, le opere della Gualandi si compongono in “atmosfere emotive” in cui elementi simbolici come gli occhi, specchio dell’anima, e maestria decorativa spesso affidata alla tecnica dei mandala conducono lo spettatore verso una dimensione surreale e altra.

Eloquente è da questo punto di vista l’opera “Art Decò – Impression” dove uno sfondo colorato e decorato sembra invadere la tela e sommergere uno sguardo femminile lasciando intravedere dal fondo solo i grandi, trasparenti occhi, attraverso cui l’artista immerge lo spettatore nelle profondità dell’anima. Nella sua armonia compositiva e nella ripetizione minuziosa e quasi modulare degli elementi floreali e dei caratteri cromatici, l’opera apre ad una dimensione immaginativa, onirica e cosmica. Racchiusi nella simbolica costruzione geometrica di quadrato e cerchio riempiti dalle forme percettive e sensibili degli stati d’animo, gli occhi si fanno varco all’esperienza emotiva che diventa riflesso concreto e percepibile dell’essenza interiore della realtà.

IFF