fbpx

"L'amore sognato" di Conny Iozzi

Recensione dell'Opera


Un amore per l’arte nutrito e cresciuto nelle esplorazioni della materia e dell’animo umano plasmato e modellato nelle forme della pittura e della scultura. È il percorso artistico di Conny Iozzi, artista che ha fatto dell’indagine dell’inconscio oggetto  della sua esperienza.

Psicoterapeuta per professione la Iozzi, sondando i meandri dell’animo umano, affina la sua attività creatrice sgombrandola di tutte le sovrastrutture socialmente imposte e le ideologie canonizzate. Produce così opere che sono rappresentazione solida e materiale di una sostanza leggera ed immateriale modellata in forme di un’eleganza e raffinatezza tale da esprimersi in sculture dense di significato come  “L’amore sognato”.

Corpo e mente sono in quest’opera uniti in un abbraccio che supera il contingente ed il piano dei sentimenti umani e terreni per esprimersi in una rappresentazione pura delle essenze che sovrasta il reale e vive di un equilibrio armonico ed imperituro. Le figure sembrano spogliarsi dell’immanente ed elevarsi al trascendente. È una rappresentazione di un viaggio che tende a svelare le profondità dell’animo, un viaggio affidato alla plasticità della creta e alla liquida solidità del vetro che nobilitano il loro stato partecipando della sintesi dell’evoluzione del pensiero d’amore.

IFF