fbpx

“Macinando… macinando” di Francesca Guetta

Recensione dell'Opera


Concettuale e materica, sociale e solidale, di tendenze pop ma con incursioni nel Futurismo… L’arte di Francesca Guetta è esplicitazione reale e originale di un’intimistica considerazione sul mondo contemporaneo e le sue dinamiche economico-sociali che fa, delle correnti artistiche novecentesche, riferimento per elaborare il suo singolare e personale linguaggio.

L’artista racconta la sua visione della realtà attraverso un’interconnessione tra materiali differenti e tematica affrontata, giustapponendo gli elementi in modo da trovare una corrispondenza, giocosa e affine, di segni e significato che ha il fine ultimo di muovere alla riflessione.

Così è in “Macinando…macinando”, opera che appartiene alla serie sul caffè, in cui la composizione si costruisce con un chiaro intento dialogico ed esortativo. Sulla tela colori, materiali, elementi si dispongono come segni grafici sulla carta. Parole fatte di materia e colore stratificate sulla superficie che comunicano un messaggio sociale di una cooperazione e di uno sviluppo eco-sostenibile.

Rintracciando linguaggi che rievocano una matrice futurista dalle contaminazioni pop e dalla potenza evocativa fumettistica, l’opera appare come una sorta di collage tridimensionale, dove gli elementi costitutivi vanno dalla presente fisicità di odorosi chicchi di caffe ad un vero macinino, ai ritagli di immagini di carta su un fondo in cui si stagliano cartone e juta in un incontro scontro cromatico. Tutto concorre ad esplicitare la rappresentazione simbolica della filiera della produzione e commercializzazione equa e solidale del caffè.

Così l’immagine del cesto di frutti di caffè appena colti e la mano che regge i chicchi tostati evocano le piccole realtà dei paesi produttori, mentre il macinino diventa espressione dei mercati europei.

IFF