fbpx

“Sea” di Vida Praznik

Recensione dell'Opera


L’armonia cromatica della natura ricostruita nell’espressività strutturale del colore dalla qualità luminosa, vibrante, emotivamente impattante. È questa la visione e la ricerca artistica che guida il percorso creativo di Vida Praznik costruito nell’incessante perfezionamento ed esplorazione di tecniche che passano per la sostanza fluida e pigmentata dell’acquerello, per la solidità del tratto grafico, per la brillante pastosità dell’acrilico.

Nelle sue composizioni, l’artista slovena muove dal colore per frantumare l’oggettività del reale nella carica espressionistica dell’impianto cromatico spostando la fruizione su un piano più intimo, viscerale, emotivo.

Anche l’opera “Sea” risponde a questa esigenza di superamento del mondo sensibile nell’espressività linguistica del colore che traduce l’immagine del mare in una nuova autentica narrazione dei moti interiori dell’animo dinanzi alla profondità emotiva che esso evoca. La dimensione di un paesaggio marino prende forma sulla tela attraverso sfumature, passaggi tonali, grumi di colore, macchie di luce che vogliono catturare le sensazioni dell’artista dinanzi alla sconfinata, ondeggiante distesa azzurra.

Inebriante, penetrante, romantico, meditativo, il mare incoraggia l’artista a cibarsi delle sue intimità, tradotte in una ricercata identificazione emotiva mediata dall’uso deciso e penetrante del colore capace di restituire una composizione esteticamente persuasiva ed empaticamente sentita portando lo spettatore a perdersi in una tranquillità di orizzonti quasi spirituali.

IFF